14 novembre 2016

ESERCIZI DA EVITARE DURANTE LA GRAVIDANZA (TERZA PARTE)



Ormai è chiaro che fare attività fisica in dolce attesa è raccomandato.
Quali sono però gli errori che è meglio evitare?

INIZIARE L'ATTIVITÀ' SENZA INTERPELLARE IL GINECOLOGO
Il fisico chiede di fare movimento sempre e in gravidanza apporta notevoli benefici. Sono soprattutto la schiena e le gambe che ne hanno bisogno, perché sono le parti che più delle altre devono sopportare l’aumento di peso generale e la crescita del pancione. Una costante attività migliora la circolazione e facilita il ritorno venoso, prevenendo gonfiori e varici agli arti inferiori. Tuttavia, deve essere sempre il ginecologo a dare l’ok perché potrebbero presentarsi alcune controindicazioni: il fitness in gravidanza non va bene, ad esempio, se la futura mamma ha la placenta previa (cioè se la placenta è posta davanti al collo dell’utero), se ci sono una contrattilità uterina o delle perdite ematiche. Al contrario, alcune patologie possono beneficiare di un’attività fisica moderata: è il caso del diabete, dell’ipertensione o del mal di schiena. In tal caso, il ginecologo saprà consigliare l’attività più idonea da seguire.

SOTTOVALUTARE ALCUNI CAMPANELLI D'ALLARME
E' importante imparare ad ascoltarsi: contrazioni al basso ventre, indurimento della pancia o fiatone sono tutti sintomi che comunicano che è il caso di fermarsi. A volte basta rallentare i ritmi perché i fastidi scompaiano, ma se questo non succede, meglio smettere subito. Naturalmente, anche se dovessero verificarsi delle perdite di sangue, sia pure lievi, è tassativo sospendere qualunque attività e riprenderla solo dopo aver ottenuto il benestare del ginecologo.

SCEGLIERE GLI ESERCIZI SBAGLIATI
Non tutti i tipi di attività fisica possono giovare la salute della mamma e del bambino. Di seguito vi spiego brevemente due dei limiti che pongo nei miei piani di lavoro.
Esercizi in isometria, cioè mantenere una contrazione muscolare costante per diversi secondi può comportare un aumento della pressione arteriosa.
Esercizi con salti, balzi e fasi di volo. Per questo è sconsigliato correre in quanto l'aumento ponderale di peso potrebbe causare diverse problematiche a livello articolare.
Concludo questa sezione di articoli con una mia riflessione:
io non ho ancora provato la gioia di essere mamma, ma sono certa che al momento del Parto tutto quello che è stato preparato fino a quel momento (respirazione, calma, concentrazione) venga lanciato nel dimenticatoio nella speranza di finire il prima possibile e nella maniera più indolore.
Sono certa,però, che arrivare con la consapevolezza del proprio corpo sia il mezzo migliore per vivere serenamente un attimo straordinario che si chiama VITA!

Martina Marchiori







Seguimi via mail